Iscriviti alla newsletter
Rimani costantemente a contatto con popolodelmare il portale della pesca in mare e del mondo marino
Previsioni meteo Italia
Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Copyright - www.passioneducati.com
Moon Phase
Meteo
Home La pesca a calamari e seppie con esche artificiali Le attrezzature del Naory fishing

Le attrezzature del Naory fishing

Tecniche di pesca - La pesca a calamari e seppie con esche artificiali

Dopo aver visto in azione i nostri amici giapponesi alle prese con lo spinning da terra a calamari e seppie, siamo ora pronti per passare a riflettere sull'applicabilità di tale tecnica sulle coste italiane. Posso assicurare che tale tecnica potrebbe funzionare benissimo addirittura anche nel Medio Adriatico, ma c'è una piccola precisazione da fare. Innanzi tutto le prede potrebbero essere più facilmente seppie che calamari, ma questo non sarebbe importante, poichè anche con la seppia ci possiamo divertire, e potremmo utilizzarla in caso di cattura (se di piccole dimensioni) come esca viva durante la notte per predatori quali la spigola, l'orata, ecc... Il problema è che quando le seppie si avvicinano a terra per deporre le uova, i pescatori professionisti tappezzano il mare di nasse a volte anche dove non si potrebbero calare. E' difficile trovare da terra dei luoghi in cui nel tratto di mare antistante non ci siano nasse. E' un vero e proprio "schifo" di spettacolo. Un'altra osservazione che si vuole fare è che questi pescatori, al giorno d'oggi per pulire le loro nasse usano acqua sparata ad alta pressione: salpano queste gabbiette, tolgono l'eventuale seppia catturata e lavano le nasse dove il povero cefalopode sentitosi intrappolato, come ultimo istinto di sopravvivenza per la continuazione della sua specie,  depone le uova. Risultato: se continueranno così stermineranno la seppia quale specie ittica che popola il tratto di mare che va da Rimini fino ad arrivare a Pesaro.

Ne deriva che l'investimento nell'attrezzatura per tale tecnica in questa zona deve essere contenuto. Come canna non si può utilizzare un attrezzo da spinning poichè esso non potrebbe dare all'artificiale quei movimenti che lo rendono così catturante. Sul mercato ci sono canne dedicate a questo sistema di pesca come la squid hunter della Katsui, una canna di 2,10 ml fatta all'uopo per tale tipo di pesca, oppure la Alpha Tackle EGI ARIST indicata per totanare della massima misura 3,00 lunga 2,40 ml e potenza fino a 150 gr, la ALPHA TACKLE Egi Tipper Dexter indicata per totanare della misura tra 2,00 e 3,50 disponibile in due misure 2,10/2,40 ml e potenza fino a 100 gr (queste tre canne che vi ho indicato non costa assolutamente molto, provate a guardare in qualche negozio online..). Una canna un po più costosa risulta essere la MiloTentacle, prodotta in tre lunghezze 1,98/2,18/2,38 con azione in gr rispettivamente 3/12-3/15-5/17, oppure la CANNA DA EGI SQUID SPINNER 2,40 ml SEPPIA CALAMARO della Katsui, appositamente studiata per questo tipo di pesca. Lascierei ad altre acque più ricche di cefalopodi le canne giapponesi quali la NAORY FEELING SHAFT della yamashita e similari,  poichè sono attrezzi dai costi proibitivi. Come mulinello può andare bene un 2500 o un 3000 della shimano della serie più economica. Nel mulinello imbobineremo un trecciato del diametro di 0,14 o 0,17 al quale nella parte finale congiungeremo con un nodo giapponese speciale (*)uno spezzone di fluorcarbon dello 0,25/ 0,30 della lunghezza di 1,50 ml al quale sarà collegata un semplice moschettone senza girella, poichè quest'ultima farebbe perdere l'assetto giusto di nuoto al nostro artificiale(*).

A questo punto il gioco è fatto, o quasi. Quale artificiale attaccare al moschettone? Soprattutto quali artificiali comprare? Diciamo che per acquistare gli artificiali all'inizio diffidate da quelle totanare vendute a basso costo, poichè il più delle volte risultano male bilanciate e compromettono l'azione di pesca. Investite i vostri soldi bene magari spendendo un po di più. Ad esempio le totanare Yamashita sono veramente ottime poichè sono considerate l'ultimo ritrovato in termini della pesca al calamaro/seppia. Anche le Shimano sephia sono dei buoni artificiali che nelle nostre acque hanno reso bene così come quelli della you-zuri. Vediamo di trovare gli artificiali che fanno per noi.

popolodelmare-yamashita-maria-totanare-naory.jpg - 171.25 Kb

In genere i modelli presenti sul mercato sono i più fantasiosi possibile. Personalmente mi indirizzerei su modelli dai colori naturali tipo la serie Naory range hunter, con l'aggiunta di qualche artificiale fluorescente. In genere una dozzina di artificiali dovrebbe essere più che sufficiente a coprire tutte le possibili situazioni di pesca, mentre per il grammaggio dell'artificiale dipende dove vi recate a pescare. Se l'artificile deve essere lanciato il più in la possibile dalla linea di battigia si devono utilizzare dei pesi di 15 o 20 gr. altrimenti si può stare anche al di sotto di tale grammaggio (8/10 gr). La serie Naory range hunter prevede differenti misure:

  • Nella misura 1.8: Modello BASIC impiega 3-3.5 secondi per affondare un metro (5,50 gr di peso).Modello SHALLOW impiega 10-12 secondi per affondare un metro (5,00 gr. di peso). ( lunghezza sia del mod.base che del shallow 7,5 cm)
  • Nella misura 2.2:Modello BASIC impiega 2.5-2.7 secondi per affondare un metro (8,00 gr di peso)..Modello SHALLOW impiega 7-9 secondi per affondare un metro(6,50 gr di peso). ( lunghezza sia del mod.base che del shallow 8,5 cm)

Di giorno si preferirà utilizzare esche più piccole, mentre di notte le esche divengono più voluminose. Con acqua chiara sono da preferirsi esche dai colori naturali mentre con acqua leggermente velata sono più catturanti i colori fantasia.  Per cui si potrebbe acquistare: 2 Naory range hunter misura 1.8 basic (MICF, PMICF) e 2Naory range hunter misura 1.8 shallow (KICF, OMICF), 2 Naory range hunter misura 2.2 basic (SRCF, PFN), 2 Naory range hunter misura 2.2 shallow (CKCF, OFN).

Acquisterei poi due artificiali della shimano sephia egixile keimura normal della dimensione di 3.0 per 15 gr di peso, per un affondamento di 3,5 sec/metro, nei colori bianco e un altro colore naturale. Per finire due Egi sutte da 3.0 per 13 gr della serie fluorescente. Per iniziare questi artificiali possono essere anche troppi. Il mercato poi offre prodotti super innovativi, che ancora noi in italia non abbiamo quale l'egi tenya, un artificiale molto particolare per la sua conformazione e il suo modo di lavorare in acqua. E' una totanara che lavora a stretto contatto sul fondo e chi lo ha provato sostiene che si tratti di un vero e proprio asso nella manica.

popolodelmare-egitenya.jpg - 22.26 Kb

(Riferimento ad immagine del sito http://www.misaki-net.com/English/Products/products_tenya.html)

Per ora ci si ferma qui. Il prossimo articolo riguarderà la vera e propria azione di pesca.

(*)=ogni nodo indicato nell'articolo si trova nella speciale sezione del sito nodi di base.