Iscriviti alla newsletter
Rimani costantemente a contatto con popolodelmare il portale della pesca in mare e del mondo marino
Previsioni meteo Italia
Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Copyright - www.passioneducati.com
Moon Phase
Meteo
Home Leggi e Decreti Le leggi del mare Censimento pescatori sportivi in mare

Censimento pescatori sportivi in mare

Le leggi del mare - Le leggi del mare

Novita' 2011: il censimento dei pescatori sportivi in mare.

 

Il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Galan: " Desidero conoscere per il bene della pesca e per il pieno rispetto dell’ambiente marino, quanti sono in Italia i numerosissimi pescatori sportivi".

“Si tratta di un provvedimento snello, per conoscere i pescatori, avere una prima base di informazioni su dove e come si pratica la pesca ricreativa in mare. Non si tratta della licenza di pesca, vogliamo conoscere, per dare dignità a questa attività del tempo libero praticata dagli amanti del mare”. Così il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Giancarlo Galan, ha presentato il decreto finalizzato a promuovere la rilevazione della consistenza della pesca sportiva e ricreativa in mare alla stampa, alle associazioni della pesca sportiva e ricreativa e alle associazioni della pesca professionale. Il Ministro ha poi evidenziato i contenuti del decreto ricordando che si può comunicare il proprio stato di pescatore sportivo/ricreativo in mare direttamente sul sito dedicato del Mipaaf o presso l’Autorità Marittima.
La comunicazione prevede di fornire alcune informazioni molto semplici, le generalità, il tipo di pesca praticato, le Regioni in cui si pratica questa attività.L’attestato della avvenuta comunicazione funzionerà da titolo per l’esercizio della pesca.
Chi non avrà fatto la comunicazione, se soggetto a controlli, dovrà svolgere gli adempimenti previsti entro dieci giorni per non incorrere in sanzioni.“Inizia una fase nuova per la pesca non professionale – ha continuato Galan - in cui dobbiamo inventare un sistema di regole coerenti con le necessità di tutela degli ecosistemi marini, così come si fa con la pesca professionale. Regolare la pesca sportiva/ricreativa significa generare grandi opportunità di integrazione con il turismo, con l’uso ricreativo del mare.Conoscendone le dimensioni sarà anche possibile richiedere la giusta attenzione politica per una attività che ha valori culturali ed etici ma anche forti contenuti economici ed occupazionali” , ha concluso il Ministro.

Si ricorda che alla pagina sotto indicata, per realizzare il permesso di pesca completamente gratuito, si deve accedere alla pagina pesca sportiva permesso gratuito, il cui link si tova nella colonna editoriale telematica di sinistra. Previa registrazione nel database, inserendo nome e cognome e e-mail valida, si accede alla compilazione dei dati che riguardano il pescatore sportivo( nome, cognome, anno e luogo di nascita, codice fiscale, via di residenza). Una volta fatto ciò, a fini esclusivamente statistici, si dovrà compilare il modulo che indica i luoghi e le modalità di pesca praticate. Fatto ciò alla fine della procedura sarà possibile stampare un foglio in cui si attesta che è stato fatto il permesso di pesca gratuito con un numero di riferimento alla pratica istituita. Il presente modulo è stampabile e lo si deve portare con se quando si va a pesca. L'intera procedura  viene compiuta in 5 minuti di orologio e non c'è da versare alcunchè. Si consiglia a chi non ha dimistichezza con i computer e internet di farsi aiutare da qualcuno.

tratto dal sito internet:http://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/190

link diretto per accedere ai moduli da compilare online per avere il permesso di pesca gratuito: http://www.politicheagricole.it/flex/FixedPages/IT/Register.php/L/IT/BL/aHR0cDovL3d3dy5wb2xpdGljaGVhZ3JpY29sZS5pdC9mbGV4L0ZpeGVkUGFnZXMvSVQvU2VydmVVUkkucGhwL0wvSVQ%3D